Consigli dell’esperto

Consigli dell’esperto

Perché VEKA?

Veka è un marchio mondiale, dietro al quale si trovano anni di esperienza, confermata dall’eccellente opinione sul mercato.
La società è attiva sul mercato europeo da 40 anni, possiede tutto il possibile per ottenere certificazioni e attestati, soprattutto perché le sta a cuore la sicurezza degli utenti dei suoi prodotti.

Perché vale la pena scegliere profili di classe A?

Solo i profili di classe A (in accordo alla norma PN-EN 12608 lo spessore delle pareti esterne del profilo è ≥ 2,8 mm) soddisfano alti requisiti di qualità. Questo è un parametro fondamentale per una protezione ottimale della famiglia da freddo e rumore, allo stesso tempo garantiamo stabilità e durata della finestra.

Come unico fornitore di sistema in Polonia, la VEKA produce solo profili di classe A.
Poiché non c’è la possibilità di controllare la classe del profilo della finestra finita, i soli clienti VEKA hanno la sicurezza di acquistare finestre di profilo classe A.

Oltre a ciò le finestre VEKI possiedo il marchio RAL, assegnato da Stowarzyszenie ds.
La qualità dei sistemi delle finestre di materie plastiche, il quale costituisce dei requisiti di qualità molto alti per il produttore.

Differenze fra i profili di classe A e B.

Caratteristiche, nelle quali i profili di classe B sono inferiori ai profili di classe A:

  • Gli angoli delle finestre sono più fragili del 10 – 20%, perciò le dimensioni massime delle finestre dovrebbero essere più piccole. Le finestre sono esposte ad un livello maggiore di spaccature angolari nei giunti saldati.
  • L’isolamento acustico è peggiore di 1-4 dB, che aumenta il livello di rumori nelle stanze.
  • L’isolamento del calore delle finestre è più bassa per via del materiale più sottile e della minore capienza della camera.
  • La resistenza anti scasso delle finestre può essere più bassa, perché alcune viti della cerniera non imbattono nei rinforzi fissi del profilo (le viti si imbattono nel PVC). Tali finestre non raggiungeranno il livello di protezione anti scasso WK 2).
  • La resistenza allo strappo delle viti utilizzate per fissare il ferramento è minore del 20%
  • La suscettibilità all’ “adattamento” per la distribuzione della tensione è maggiore. Di conseguenza sono più deboli le connessioni con il montante fisso, peggiore è il lavoro delle guarnizioni in ferro.
  • È maggiore il pericolo di comparsa di deformazioni del telaio della finestra dopo la vetratura.
Su cosa bisogna prestare attenzione nella scelta delle finestre?
  • Alta qualità dei componenti
  • Alta qualità del sistema del profilo
  • Rinforzi in acciaio, ferramento e vetri

Marchio europeo CE
Le finestre dovrebbero essere contrassegnate con il marchio CE secondo la normativa PN.EN 14361-1. Ogni produttore di finestre che utilizza il marchio europeo CE deve possedere la “Dichiarazione di Conformità”.

Esami di controllo
L’infisso prodotto dovrebbe essere controllato in appositi laboratori dei controlli tecnici.

Ferramento certificato
I ferramenti dovrebbero essere certificati all’interno del sistema QM 328 dall’istituto indipendente ift Rosenheim.

Le guarnizioni conformi alla normativa europea
Le guarnizioni dovrebbero soddisfare la normativa europea definita come PN – EN 12361 -1.

Perché la finestra dovrebbe avere il rinforzo in acciaio?

Sulla solidità delle finestre realizzate con profili VEKA sono determinanti tra gli altri l’opportuno spessore il rinforzo d’acciaio che riempie il telaio e l’anta.

Per garantire la massima resistenza e statica, la VEKA – come unico rivenditore in Polonia – ha inserito in tutti i suoi profili del telaio della finestra una camera per utilizzare dei rinforzi in acciaio chiuso.

Il rinforzo del profilo delle ali della finestra in acciaio VEKA ha una doppia piega in acciaio affinché durante l’apertura mantenga la giusta rigidità. Questa è una soluzione unica nella tecnologia delle finestre.

Le finestre sono realizzate con un profilo così assicurato hanno una perfetta statica, e nell’utilizzo sono sempre confortevoli.

Le finestre con delle soluzioni standard e con l’utilizzo di rinforzi in materiali sintetici (per esempio la lana di vetro) non raggiungono dei parametri così alti.

Il profilo nella finestra deve essere armato con i rinforzi lungo tutta la lunghezza e larghezza della cornice e delle ali.

A cosa vale la pena prestare attenzione durante il montaggio degli infissi?

Un corretto montaggio dell’infisso è uno dei fattori più importanti che influenzano la sua durata, il suo utilizzo piacevole e senza problemi.

Assicura il trasferimento dei pesi dell’infisso sull’edificio, la dilatazione e la reciproca deformazione della costruzione e dell’edificio, con l’adeguato isolamento ed elimina il disagio del nuovo utente legato al non corretto funzionamento della finestra.

Un montaggio effettuato in disaccordo alle regole dell’arte della costruzione può portare alla deformazione degli elementi costruttivi della cornice o delle ante delle finestre, al blocco degli elementi mobili e in casi estremi può portare al danneggiamento dell’infisso.

Regole principali legate al montaggio:

  • Prima di decide di montare da soli gli infissi vi preghiamo di rispondere alla domanda: Signori/Signore per caso avete a disposizione una persona alla quale volete affidare il montaggio, con molta esperienza in questo settore?
  • Vi consigliamo di utilizzare un servizio di una squadra di esperti nel montaggio e nella fornitura.
    Prima di passare al montaggio bisogna preparare gli strumenti necessari (in un buon stato tecnico) e i materiali necessari.
  • Qualora smontiamo delle finestre esistenti, bisogna iniziare togliendo le ante e successivamente si passa alla rimozione del telaio.
  • Prima di montare le nuove finestre bisogna togliere le ante dal telaio.
  • Bisogna prendere visione dei principi di serratura dell’ancoraggio e dei tasselli per il montaggio dei serramenti.
  • Il davanzale esterno deve essere montato sotto il contro telaio della finestra in questo modo, affinché abbia una leggera pendenza verso l’esterno del locale e che non copra i fori di drenaggio.
  • Il davanzale esterno deve essere montato, affinché sparisca sotto il contro telaio della finestra e aderisca al profilo del montaggio.
  • Montando la finestra bisogna controllare se le stesse sono state posizionate correttamente verticalmente, orizzontalmente al piano della parete.
  • Dopo aver terminato tutti i lavori bisogna rimuovere la pellicola di protezione, dalla quale sono protetti i profili. Non bisogna indugiare molto sulla loro rimozione, dato che i fattori esterni potrebbero rendere difficile questo processo in un secondo momento.